Home
 • Il Programma

 


Scheda tecnica del film:

  

La nuit americaine

(Effetto Notte)

 

Regia: François Truffaut
Soggetto e SceneggiaturaFrançois TruffautSuzanne SchiffmanJean-Louis Richard
FotografiaPierre-William Glenn
Musiche: Georges Delerue
Montaggio: Yann DedetMartine Barraqué
ScenografiaDamien Lanfranchi
CostumiMonique Dury

Attori: Jacqueline Bisset (J. Baker/Pamela),Valentina Cortese (Severine), Dani (Liliane), Alexandra Stewart (Stacey), Jean-Pierre Aumont (Alexandre), Jean-Pierre Léaud (Alphonse), 
François Truffaut (Ferrand).

Origine: Francia, 1973
Durata: 115'
Produzione: LES FILMS DU CARROSSE, PECF, PRODUZIONE INTERNAZIONALE CINEMATOGRAFICA
Distribuzione: DEAR - WARNER HOME VIDEO
Origine: Francia, 1973
Durata: 115'

Premio Oscar nel 1973, miglior film straniero

Il film

Il regista Ferrand sta realizzando il film "Vi presento Pamela" presso gli studi "La Victorine" di Nizza. Esso narra come la protagonista, giovane inglese appena sposata a un ragazzo altrettanto giovane, giunta sulla Costa Azzurra si innamora del suocero che, dopo la sua fuga con lei, verrà ucciso dal figlio tradito. L'attrice che interpreta la protagonista non ha potuto terminare le riprese del suo precedente film a causa di un esaurimento nervoso e per ciò alla produzione di "Vi presento Pamela" è stata negata la sua assicurazione; la qualcosa provoca inconvenienti finanziari quando la donna è costretta a interrompere le riprese a causa di una ricaduta nel suo male. Ma nel corso della lavorazione nascono difficoltà ancora più gravi: l'attempata Sèverine, patetica alcoolizzata, dimentica le battute e costringe a numerose ripetizioni; Alphonse (in "Vi presento Pamela" interpreta il figlio tradito) viene abbandonato dalla fidanzata Liliane che fugge in Inghilterra con un "cascatore"; Alexandre (il suocero) muore mentre va a raggiungere il figlioccio Christian, e la produzione e il regista sono costretti a ridurre il film e a modificarne le ultime scene. Ma data la buona volontà del regista e del produttore delegato Bertrand, appoggiati dagli sforzi dell'èquipe artistica e tecnica, il film si conclude. Nel frattempo fra i cineasti è nata una specie di famiglia che però è costretta, con qualche rimpianto, a disciogliersi non appena terminato l'ultimo ciak.

scheda critica a cura di Paolo Filauro



2019 2020 Cineforum Genovese